CONFERENZA STAMPA di SALVATORE PERROTTA

28/02/2009 ore 11:00 al presidio permanente di Chiaiano e Marano CONFERENZA STAMPA di SALVATORE PERROTTA

chiaiano.jpgNAPOLI (27 febbraio) – Divieto di dimora per il primo cittadino di Marano (Napoli), Salvatore Perrotta. Il sindaco che da tempo combatte in prima linea contro la discarica di Chiaiano è accusato di abuso d’ufficio, falsità ideologica in atti pubblici e anche della realizzazione di una discarica abusiva di rifiuti solidi urbani. Lo stesso provvedimento è stato adottato anche per il dirigente del comune Francesco Buggè.

L’attività di indagine ha avuto inizio a seguito di un incendio del 19 gennaio 2008 in un’area di stoccaggio di rifiuti solidi urbani concessa in fitto al Comune di Marano. Dopo controlli e sopralluoghi, si legge in una nota della Procura di Napoli, è stato accertato che «l’area, a Marano, in via Cupa dei Cani, è stata destinata dal Comune allo stoccaggio di rifiuti solidi urbani sebbene assolutamente non idonea all’uso e sprovvista dei prescritti ed obbligatori pareri degli organi tecnici o tecnico-sanitari locali».

Il sito fu allestito dal Comune nella fase della emergenza rifiuti e non coincide con la discarica di Chiaiano. Il Comune, sostiene il pm Aldo De Chiara, «disponendo l’occupazione dell’area per lo stoccaggio temporaneo di rifiuti, con ordinanze adottate in assenza dei preventivi obbligatori pareri degli organi tecnici, nonchè attesa l’assoluta non idoneità per l’uso come rilevato dai tecnici dell’Arpac, ha di fatto consentito l’apertura di una discarica abusiva con pericolo di grave danno per l’ambiente». Di conseguenza l’area è stata sequestrata.

Il sindaco Perrotta è sereno. La discarica abusiva? «Si tratta di un sito di trasferenza che fu allestito durante l’emergenza rifiuti – spiegano fonti a lui vicine – per cercare di attutirne gli effetti». Le sue ragioni le spiegherà domani in una conferenza stampa. Intanto, entro le ore 18, deve lasciare Marano, lì dove Perrotta è sempre stato in prima linea, con tanto di fascia tricolore indosso, nelle innumerevoli manifestazioni di protesta contro la discarica di Chiaiano.

– Difendono il sindaco di Marano, i componenti del Comitato di difesa delle cave di Chiaiano e di Marano. «Non si tratta di una discarica abusiva – spiegano – ma semplicemente del sito di trasferenza del Comune di Marano, già bloccato da mesi per problemi con il sistema antincendio».

«Quello di oggi ci pare un clamoroso provvedimento a orologeria – aggiungono – un’intimidazione e una vendetta contro il sindaco di Marano per la testardaggine del suo impegno contro la discarica di Chiaiano». «È incredibile che la Procura si dimostri così severa in questo caso e così “timida” per mille casi più gravi – aggiunge – un esempio su tutti, quello del sito di trasferenza del Comune di Napoli, che si trova in mezzo ai container della benzina ed è tenuto in condizioni ben peggiori di quello di Marano».

da: http://www.facebook.com/inbox/readmessage.php?t=1037453492536

CONFERENZA STAMPA di SALVATORE PERROTTAultima modifica: 2009-02-28T10:04:19+01:00da tonyan1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento