‘A MAMMA!

Mamma!

E’ da quando avevo 13 anni che non vedo più una persona a me molto vicino. Una donna pronta a tutto per non farmi mancare niente. Sempre disponibile, non si tirava mai indietro. Era una sicurezza per me. Qualsiasi cosa avessi bisogno bastava che mi recassi da lei e le esponessi il problema ed ecco che dopo pochi minuti mi trovava la soluzione. … ‘A zuppa ‘e latte ‘a matina, ‘o piatto ncoppo ‘a tavola quanno ascevo d’ ‘a scola. Quanno ero guagliunciello ‘a 50 lire ca me deve doppo àvè fatto nu servizio o accattato ‘o vino a d’ ‘o vinaio pe’ papà. Accucchiavo ciente lire e ghieve a accattà ‘e surdatine addu Barone, chillo ca venneve ‘e pazzielle. Chiù strappatiello, cunvinceva a papà a me da na 500 lire pe’ ghì ‘o cinema cu ‘e cumpagne. Nun m’ ‘o pozzo maje scurdà chillu primmo piezzo ‘e carta cu ncoppa scritto: 500! … E po’ si teneve cocche prublema ‘a scola, essa veneva e sistimave tutto coso. Quanna vota se preoccupava ca si me chiammava a coppa ‘o balcone io nun rispunnevo, me ne fujevo cu ‘e cumpagne, si no me faceva saglì ‘a casa pe’ fa ‘e compite. … Chella mana ca me scurreva nfronte si tenevo ‘a freva, ‘o termometro, ‘a mmedecina, quann’accurtenza! “Nun scennere ‘a coppa ‘o lietto” diceva quanne lavava pe’ terra, e cucenava, e me cuntava ‘e storie d’ ‘e sante (devotissima) e d’ ‘a famiglia. Storie ‘e guerre, storie ‘e famme, storie ‘e Napule. 
Peccato ca se n’è ghiuta accussì ampressa, ma pe’ tutto chello ca hè fatto, grazie Mammà!

Antonio Iannaccone

‘A MAMMA!ultima modifica: 2013-05-12T12:32:00+00:00da tonyan1
Reposta per primo quest’articolo