Noi napolitani siamo le vittime dell’italia.

Mi si chiede spesso: “Antò, non riesco a capire tu come la pensi.” … Allora:

“Cari amici e compatrioti napolitani, sono stanco di sopportare i soprusi dei governi italiani, perciò accuso lo stato italiano di aver massacrato la nostra terra. I partiti italiani sono lo zuccherino di questa finta democrazia. Io dico che l’Italia è colpevole di averci strappato dalla nostra terra e di aver depredato tutti i nostri beni. In ogni luogo della Napolitania in cui l’Italia ha messo piede, non si è avuta più pace. Quello che gli italiani hanno portato è stato solo una grande rovina perpetrando i più barbari crimini come dei perfetti carnefici. Si, gli italiani sono stati delle inumani bestie feroci. Sono stati dei famelici lupi che come un branco hanno violentato la Napolitania come mai nessuno prima. Quest’italia è stata la più vorace bestia che abbia mai calpestato la nostra terra napolitana. Lo stato italiano è il più corrotto che si sia mai veduto. Le mie accuse sono innegabili. Questo perché noi napolitani siamo il segno che quel che dichiaro è la verità. Siamo la prova vivente.

 

Noi napolitani non siamo parte di quest’italia, ne siamo le vittime. Senza avere scelta siamo stati condannati come carne da cannone nelle guerre che gli italiani hanno fatto. Senza avere scelta siamo stati trasportati come emigranti a lavorare nelle loro fabbriche.  Non ci è stato detto di costruirla insieme quest’italia, ma ci è stato imposto di essere i loro schiavetti. Non ci hanno detto: “Cari fratelli italiani diamoci da fare a costruire l’Italia.” Ma hanno detto: “Pezzenti affricani, beduini, meridionali, terroni, venite a lavorare al nostro servizio se volete vivere.” … Questo non fa di noi napolitani degli italiani. Io e voi non siamo italiani!

In quest’italia non si è mai visto un briciolo di giustizia per noi napolitani. Dov’è la giustizia nello sterminio di Pontelandolfo e Casalduni? Vi è forse giustizia nell’uccisione degli operai di Pietrarsa? Vi è forse giustizia nell’inquinamento delle nostre terre? Non si vede nessuna giustizia nelle vie di Napoli, Bari, Reggio, Matera, L’Aquila. La giustizia noi non l’abbiamo mai vista.

Per qualcuno l’Italia unita è stata un sogno, a noi napolitani l’hanno imposta come un brutto incubo.”

SVEGLIAMOCI!!!

Antonio Iannaccone

Noi napolitani siamo le vittime dell’italia.ultima modifica: 2013-02-26T09:32:00+00:00da tonyan1
Reposta per primo quest’articolo